Attualmente le risorse fisiche utilizzate dall’INAF per il calcolo sono rese disponibili o da ambienti on premise presso la sede di ricerca, oppure richieste a strutture specifiche nel caso le risorse stesse fossero ingenti.
In questo scenario risulta interessante valutare come una soluzione cloud possa consentire a: 

       – essere accessibile via web, in maniera sicura, ma da qualsiasi struttura l’operatore si trovasse a lavora
– consenta di disporre delle risorse necessarie istantaneamente o comunque in pochissimi minuti
– preveda un effort economico parametrato all’effettivo utilizzo

 Da queste esigenze di INAF, nasce la sperimentazione di utilizzo della Google Cloud Platrofm

Sono stati individuati 9 use cases che, per motivi pratici, sono stati strutturati in 3 gruppi di 3, con l’obiettivo di misurare diverse metriche su Google Cloud Platform.

Responsabile del Progetto: R. Smareglia
Responsabile Tecnico : M. Landoni