INAF ha raggiunto l’eccellenza scientifica in diversi settori: dall’Astrofisica Computazionale (modellizzazione teorica in cosmologia e astrofisica) ai grandi esperimenti e progetti. L’attività di ricerca e le nuove frontiere in Astrofisica, richiedono e richiederanno sempre più l’uso massivo di infrastrutture di tipo HPC. INAF è di conseguenza proiettato alla sperimentazione (test e benchmark) di sistemi innovativi di supercalcolo.

Le piattaforme HPC rappresentano oggi e nell’immediato futuro facilities di fondamentale rilevanza per la scienza del prossimo futuro e sono necessarie oggi per mantenere l’eccellenza raggiunta.

Il Cineca dal canto suo svolge nell’ambito nazionale e internazionale una funzione basilare per quanto concerne le attività inerenti i sistemi ad alte prestazioni per il calcolo, la visualizzazione scientifica e la gestione di grandi moli di dati e implementa la relativa evoluzione tecnologica nei diversi campi;
INAF e Cineca conducono e hanno condotto congiuntamente attività di sviluppo e ricerca, con particolare riguardo alla produzione, analisi di dati scientifici, archiviazione, accesso e visualizzazione di dati da simulazioni numeriche, nell’ambito di precedenti ed attuali convenzioni di ricerca quali:

– La Convenzione Calcolo ad alte prestazioni per l’Astrofisica sui sistemi di nuova generazione, archiviazione e fruizione dei risultati, attiva tra il 2008 e il 2010;
– la Convenzione 2010-2012 per il Progetto di Ricerca “Calcolo ad alte prestazioni su sistemi di nuova generazione per la missione Spaziale ESA PLANCK”;
– la Convenzione 2012-2014 “Calcolo ad alte prestazioni su sistemi di nuova generazione per la missione spaziale ESA PLANCK”, con la finalità di realizzare congiuntamente attività di analisi dei dati nell’ambito dell’Accordo Attuativo della Convenzione Quadro tra ASI e INAF per “PLANCK LFI FASE E2 – Missione scientifica e analisi dati”;
– il Memorandum di Intesa 2013-2021 nell’ambito della partecipazione italiana al progetto Gaia, una missione dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), che prevede la mappatura di circa un miliardo di oggetti celesti con una precisione dell’ordine della decina di microsecondi d’arco.

Per il triennio 2017-2019 INAF e Cineca hanno siglato un accordo quadro denominato “Nuove frontiere in Astrofisica: HPC e Data Exploration di nuova generazione”. Il programma è finalizzato ad acquisire, sfruttare e valorizzare le risorse computazionali e contribuire allo sviluppo e porting di applicazioni di interesse della comunità astrofisica su sistemi di nuova generazione.

Grazie alla nuova attività congiunta, sono rese disponibili all’utenza INAF risorse su tutti sistemi di calcolo del Cineca destinati alla produzione scientifica.

La collaborazione sarà anche rivolta alla creazione in Italia ed in Europa di un network tecnologico-scientifico con differenti livelli e specializzazioni in ambito sia astrofisico che multidisciplinare che possa costituire un interlocutore d’eccellenza a livello europeo.